Home » Community » Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: il pulcino PU-PU

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: il pulcino PU-PU

Pubblicato il: 17/11/2011 19:29:45 -


Nell’ambito del progetto Pinocchio 2.0 è stato chiesto a mamme, papà, sorelle, fratelli, zie, zii, nonne e nonni di inventare brevi storie che poi vengono lette in classe dalle maestre e illustrate da bambine e bambini della scuola dell’infanzia di Latina e da quelli che fanno parte della rete di progetto. Ecco la storia inventata da Caterina Poporogu, sorella di Jacopo.
Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

C’era una volta, in una piccola isola in fondo al mare, un pulcino di nome PU-PU e viveva lì con la sua famiglia: mamma chioccia e papà gallo. PU-PU era molto vivace e non gli piaceva ubbidire. Una mattina si svegliò e incominciò a fare i capricci perché voleva fare una gita nel mare… ma la mamma chioccia gli disse che voleva aspettare il ritorno del papà gallo. Però PU-PU non volle aspettare così a lungo e così, di nascosto, diede una spinta alla mamma chioccia e la fece sobbalzare nel bagno e la rinchiuse con la chiave e tutto contento si diresse verso il mare… Una volta arrivato lì prese una foglia di un albero e la usò come barchetta. La mamma chioccia, rimasta nel bagno senza poter uscire, chiamò il papà gallo con il suo telefonino, che aveva sempre a portata di mano. Sentita la chiamata il papà gallo si diresse verso la casetta e con tutta la forza che aveva nel becco incominciò a beccare la porta fino a romperla. Tutti e due, mamma e papà, si diressero verso il mare. Intanto PU-PU navigava nell’oceano con la sua fogliolina verde. Fece amicizia con granchi, meduse e perfino balene. Ad un certo punto la sua piccola fogliolina si ruppe e PU-PU incominciò ad affondare. Terrorizzato incominciò a piangere tutto solo. Dal fondo dell’oceano sbucarono due pesciolini, uno rosso, di nome Birillo ed uno blu di nome Racchetta. Sentirono il pianto del piccolo pulcino e nuotarono in suo aiuto. PU-PU, con una zampina salì su Birillo e con l’altra su Racchetta e venne trasportato a riva. Arrivato, corse incontro a mamma chioccia ed a papà gallo. Raccontò loro le sue avventure e promise di non farlo mai più. Quindi tornarono tutti e tre felici nella loro casetta.

***
Disegno di Caterina Poporogu.
***

Pinocchio2.0: http://blog.edidablog.it/blogs//index.php?blog=275 e http://www.facebook.com/group.php?gid=139204519436108

ARTICOLI CORRELATI

Geppetto, Pinocchio e i loro compagni di viaggio

Baby-flash

Robotica e narrazione

Dagli automi a Pinocchio 2.0: una rivalutazione in chiave didattica della saga dei non-nati

“Raccontare i robot” 2011: al servizio degli umani

È ancora attuale Pinocchio?

Pinocchio 3000 e il biovitalismo

Matite digitali

Le Fiabe Sonore

Robotica Creativa in ospedale

Costruisco un Sapientino… sulla storia di Pinocchio

La robotica nella mia tesina di terza media

Bambina e la fatina computerina

La trasformazione educativa in Pinocchio di Collodi

Che fatica essere Pinocchio!

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: Trilly, Tippi e Pinocchio

Caterina Poporogu

12 recommended

Rispondi

0 notes
477 views
bookmark icon

Rispondi