Numero 114

Pubblicato il: 24/04/2024 03:40:58 -


Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

Indice

Guido Benvenuto, Discriminazioni scolastiche e ostacoli da rimuovere

Rita Bramante, La sfida demografica in Italia

Ada Maurizio, Ad Alberto Manzi non sarebbe piaciuto … 

Mario Fierli, Visita a DIDACTA: la fiera per la scuola 

Introduzione

Discriminazioni scolastiche e ostacoli da rimuovere di Guido Benvenuto. L’articolo affronta le sfide attuali della scuola italiana nel raggiungere obiettivi di inclusione, orientamento, promozione del civismo e sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza. Sottolinea la necessità di rispettare i principi costituzionali di laicità e uguaglianza, ma evidenzia come decisioni recenti possano portare a discriminazioni tra studenti e famiglie. Due indicatori di questo problema sono il rispetto delle pratiche religiose durante il calendario scolastico e il trattamento dei deficit linguistici, che non dovrebbero basarsi esclusivamente sulla cittadinanza degli studenti. L’articolo sottolinea l’importanza di investire nelle risorse educative e nel coinvolgimento della comunità per contrastare la dispersione scolastica e la marginalità sociale.

La sfida demografica in Italia di Rita Bramante, calo delle nascite e invecchiamento della popolazione. Una situazione che può provocare  il dimezzamento della popolazione entro il 2100, con un impatto significativo sul sistema economico e sociale del paese. Si sottolinea l’importanza di una politica migratoria attiva e sostenibile per contrastare tale declino, riportando l’esempio di Francia e Svezia come utili modelli. La necessità di politiche integrate che favoriscano l’integrazione degli immigrati e il sostegno alle generazioni nate in Italia. Il  “caso Pioltello” e il film “Un mondo a parte” illustrano sfide e opportunità legate all’immigrazione e all’integrazione nella società italiana.

Ad Alberto Manzi non sarebbe piaciuto… di Ada Maurizio. L’articolo riflette sull’eredità di Alberto Manzi in occasione del centenario della sua nascita, evidenziando come il maestro, pur essendo noto soprattutto per la trasmissione televisiva “Non è mai troppo tardi”, avrebbe preferito non essere celebrato in modo eccessivo. Si sottolinea il suo rigore morale e il suo impegno nell’insegnamento, sia in televisione che nella scuola primaria. Manzi è stato anche un prolifico autore di libri per l’infanzia, che cercavano di educare i giovani alla riflessione attraverso narrazioni che spesso evitavano lieti fine consolatori. Tuttavia, si nota che gli studi sulle sue opere narrative sono stati finora limitati. 

In Visita a DIDACTA: la fiera per la scuola, Mario Fierli riferisce sulla recente edizione della fiera Didacta, dedicata al mondo della scuola e della formazione, tenutasi alla Fortezza da Basso di Firenze. Didacta Italia, importata dalla Germania e organizzata dall’Ente FirenzeFiera, ha registrato un aumento del 26% dei visitatori rispetto all’anno precedente, circa 20.000. La fiera ha accolto una vasta gamma di espositori, tra cui produttori di strumenti e servizi per le scuole, editori scolastici, enti pubblici e privati, università e associazioni. Un punto focale della fiera è l’interesse per le tecnologie digitali e l’intelligenza artificiale. Si sono tenuti numerosi seminari e conferenze su questi temi, con un’attenzione particolare alla loro applicazione pratica nella programmazione didattica e nell’apprendimento degli studenti. L’articolo segnala  anche alcuni temi trascurati dalla fiera, come la formazione a distanza e le nuove iniziative di riforma nel sistema educativo.

3 recommended
0 notes
209 views
bookmark icon

Rispondi