Home » Racconti ed esperienze » Compiti per l’estate... in vista del convegno

Compiti per l’estate… in vista del convegno

Pubblicato il: 08/08/2013 09:30:25 - e


Durante le settimane di pausa estiva vi chiediamo di continuare a raccontarci le vostre esperienze, di parlarci della vostra scuola. Saranno proprio i vostri contributi la base da cui ripartiremo per avviare in concreto il lavoro del nuovo anno scolastico che, con l’apporto di noi tutti, prevediamo sarà fatto di discussione e confronto, in tavole rotonde virtuali fino al consueto convegno annuale.
Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

I tre incontri di educationduepuntozero (“La scuola nuova nasce dal basso. Esperienze concrete di innovazione didattica” del 23 aprile 2010, “Competenze e ambienti di apprendimento. Gli strumenti didattici, l’aula, il laboratorio, il territorio, il web” del 14 ottobre 2011, “education 2.0 – III convegno nazionale”, del 26 ottobre 2012) hanno rappresentato molto più di una testimonianza e di un momento di scambio tra scuole; sono stati piuttosto occasione di una riflessione su una seria proposta di rinnovamento, rivolta a una scuola che non vuole solo sopravvivere nell’epoca dei tagli e delle spending review, ma vuole consolidare gli elementi di novità che in questi anni difficili le hanno permesso di dare risposta a bisogni reali.

Il perdurare di una crisi grave, sicuramente economica, ma caratterizzata anche dalla difficoltà della politica di rappresentare elemento di coesione e orientamento, costretta com’è a operare mediazioni tra interessi contrastanti, non può che ripercuotersi sulla scuola, che rischia di restare stritolata tra la scarsità di risorse e il disorientamento sociale e culturale.

Siamo consapevoli che la scuola da sola non ce la può fare, ma siamo convinti che, proprio in questo momento, la scuola può rappresentare un punto di riferimento solido per i giovani che la frequentano e per quanti vi operano.

È stata proprio la prospettiva del rinnovamento che, a nostro avviso, ha trovato una straordinaria rispondenza da parte di intere scuole e/o di singoli docenti che hanno costruito le nostre giornate sui temi dell’innovazione, intesa come inclusione, attenzione, ascolto, immaginazione del nuovo, uso creativo ed elaborazione di nuovi strumenti di lavoro nella e per la scuola.

L’appuntamento che intendiamo costruire per il lavoro del nuovo anno acquista un significato particolare perché fornisce l’occasione di vedere come le scuole, impegnate sul terreno dell’innovazione, si sono confrontate con gli elementi di cambiamento indotti dai provvedimenti degli ultimi anni.

Pensiamo quindi che sia utile riproporre in questo contesto i temi che hanno caratterizzato i nostri convegni, chiedendo alle scuole di proporci ancora una volta le loro esperienze, tenendo presenti alcuni punti che nel dibattito attuale emergono come sempre più essenziali:

Il lavoro, tema che coniuga la produzione di cultura e di socialità come strumenti di orientamento dei giovani alle responsabilità che il mondo adulto richiede loro. In questo senso sarebbe molto importante che si potessero confrontare esperienze legate, ad esempio, al nuovo apprendistato e all’alternanza scuola-lavoro, quali momenti strutturati e non episodici dell’esperienza formativa.

L’inclusione, ora alla luce della recente normativa sui BES, quale nucleo fondante della vita di una scuola che si rinnova e che vive tutte le differenze non come elementi di eccezionalità, ma come opportunità di arricchimento e di articolazione dell’offerta formativa, una scuola che non vuole lasciare indietro nessun bambino e nessun ragazzo, e opera per valorizzare tutti affinché tutti esprimano appieno le proprie potenzialità.

Le nuove tecnologie, quali opportunità per le scuole per organizzare in modo innovativo la vita delle classi e gli apprendimenti.

Vi chiediamo quindi di continuare a parlarci della vostra scuola reale, fatta di esperienze concrete, attraverso articoli che saranno la base delle presentazioni del nostro convegno annuale.

Vi elenchiamo il formato secondo cui scrivere gli articoli:
• titolo dell’articolo
• contributo inedito di minimo 2.000 massimo 4.000 battute, spazi inclusi
• note biografiche dell’autore o degli autori (massimo due righe)
• abstract dell’articolo (massimo 300 battute in italiano e, se possibile, in inglese)
• eventuali elaborazioni multimediali

Aspettiamo che questi articoli arrivino entro il 30 settembre 2013 (inviateli scivendoci a: community@educationduepuntozero.it).

Per avviare in concreto il lavoro del nuovo anno scolastico prevediamo di organizzare nel mese di novembre 2013 (vi comunicheremo le date precise nella prima metà di ottobre) uno o più incontri virtuali in cui coinvolgeremo singole scuole e/o reti, che presenteranno gli aspetti più significativi del loro lavoro e lo discuteranno tra pari (docenti e dirigenti) e con alcuni esperti o testimoni privilegiati.

Punto di partenza delle discussioni saranno proprio alcuni degli articoli da voi proposti, i quali saranno oggetto di confronto attraverso una sorta di tavola rotonda virtuale.

Queste tavole rotonde avranno un filo conduttore comune: il tema della responsabilità, che meglio richiama oggi i valori della cultura, della socialità e dell’impegno alla partecipazione. Per questo stiamo lavorando a una formula organizzativa che consenta di dare voce anche agli studenti che, a pieno titolo, sono significativi attori, testimoni, corresponsabili di progetti di educazione e formazione.

***
Education 2.0 sospenderà le sue pubblicazioni per 3 settimane; riprenderemo il 2 di settembre. Durante l’estate potete continuare a navigare tra gli articoli, guardare i video di Education 2.0 Tv, leggere e scaricare gli speciali in PDF, iscrivervi alla pagina su Facebook, e inviarci i vostri contributi, scrivendoci sempre a: community@educationduepuntozero.it.

Buone vacanze a tutti!

La Direzione e la Redazione

Direzione e Redazione

14 recommended

Rispondi

0 notes
489 views
bookmark icon

Rispondi