Home » Politiche educative » Le cose giuste: la Germania a colloquio con i giovani

Le cose giuste: la Germania a colloquio con i giovani

Pubblicato il: 05/10/2012 16:51:24 -


Il Ministero della Giustizia lancia “Gerechte Sache”, un sito di “cose giuste” per promuovere fra i giovani democrazia, tolleranza e rispetto.
Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

A causa di recenti fatti di cronaca (per nulla incoraggianti) nell’ambito della discriminazione razziale, della xenofobia, della violenza politica e del bullismo giovanile, c’è stato un intervento capillare del Ministero della Giustizia tedesco con una serie di progetti e attività rivolti ai più giovani per una maggiore sensibilizzazione e responsabilizzazione delle future generazioni.

La creazione del sito www.gerechte-sache.de propone una serie di temi “scottanti” che vanno dal rapporto con i genitori ai comportamenti scolastici fino alla gestione del tempo libero e delle relazioni interpersonali. “Gerechte Sache” sono le “cose giuste” alle quali ci si dirige attraverso un percorso di riflessione e di discernimento; alla base di tale percorso c’è la difesa dei diritti umani e il rispetto della persona.

Si tratta di un sito dall’uso molto semplice, con domande aperte e spunti di riflessione che vanno anche a toccare i temi più delicati del mondo giovanile, come l’educazione sessuale, il consumo di medicinali, sostanze stupefacenti e bevande alcoliche e i rischi di Internet.

Non meno interessante è il capitolo rivolto alla società di consumo, con i consigli per una spesa oculata e l’utilizzo parsimonioso degli strumenti di credito nonché informazioni importanti sulla legislazione riguardante le possibilità di brevi periodi di lavoro e tirocinio retribuito.

Il sito ha il preciso obiettivo di aiutare gli studenti, i docenti e le istituzioni scolastiche a proporre attività che siano uno sprone per una condivisione democratica delle responsabilità in una società multiculturale e multireligiosa. Il dialogo costruttivo è il primo passo per una netta presa di posizione contro qualsiasi forma di violenza e intolleranza.

Il Ministro della Giustizia Sabine Leutheusser-Schnarrenberger ha recentemente proposto un progetto (degno di nota) per la lotta al “Rechtextremismus” con un concorso per le scuole in cui i temi della tolleranza e dei diritti umani possono essere sviluppati in libertà secondo la creatività e l’impegno degli studenti.

Non si può affatto negare che l’iniziativa abbia avuto largo seguito e grande successo, con progetti sia di carattere regionale (o cittadino) che nazionale. Sembra che il passaggio centrale sia la necessità di un coinvolgimento a tutto tondo della società civile nella lotta alla discriminazione di ogni genere.

Al centro delle varie proposte vi è, inoltre, una maggiore sensibilità verso le disabilità, con l’importanza dell’inclusione non soltanto scolastica ma anche nel tessuto sociale. L’apporto di queste persone sarebbe, senza dubbio, di grande giovamento per l’intera cittadinanza.

Il sito, inoltre, offre anche un collegamento diretto con altre istituzioni, associazioni e centri della società civile, impegnati in questo comune sforzo verso una maggiore partecipazione democratica.

GERMAN ABSTRACT:
Der Rechtextremismus und die Gewalt sind ein sehr wichtiges und aktuelles Thema in der deutschen Gesellschaft. Das Bundesjustizministerium hat ein Projekt und ein Schuelerwettbewerb gegen Intoleranz, Deskriminierung und Fremdefeindlichkeit ins Leben gerufen.

ENGLISH ABSTRACT:
The German civil society is fighting against violence and intolerance. The German Federal Ministry for Justice is developing initiatives and projects to avoid any form of discrimination and racism.

PER APPROFONDIRE:

https://www.gerechte-sache.de

https://www.nummergegenkummer.de

http://www.das-beratungsnetz.de/

http://www.bmj.bund.de

Giovanni Patriarca

13 recommended

Rispondi

0 notes
488 views
bookmark icon

Rispondi