Home » Didattica e apprendimento » Matematica, meccanica e realtà. 3/3 – di Ballocco, Briatore & Manescotto

Matematica, meccanica e realtà. 3/3 – di Ballocco, Briatore & Manescotto

Pubblicato il: 27/02/2019 10:02:26 -


La voce di Guido
image_pdfimage_print

Sono ingegnere meccanico, laureato nel 1984 al Politecnico di Torino.

Dopo alcuni anni come dipendente in una società del settore terziario avanzato con attività rivolta, in particolare, alla ricerca in ambito nazionale (progetto 5T Torino, CNR PFT) ed europeo (PROMETHEUS, DRIVE), ho trascorso un periodo presso la FIAT Ferroviaria Savigliano, in forza nel gruppo Calcoli/Esperienze/Ricerche dell’azienda.

Mi sono, quindi, dedicato alla Libera Professione con attività rivolte al settore dei trasporti terrestri, sia con riguardo alla ricerca, sia alla pianificazione, ed a partire dal 1993 ho iniziato anche il mio percorso all’interno del mondo della Scuola, svolgendo l’insegnamento della materia di Tecnologia Meccanica ed in seguito, di Sistemi e Automazione negli Istituti Tecnici.

Negli anni l’attività nella Scuola è diventata preminente in quanto all’insegnamento si sono affiancate responsabilità di progettazione (corsi post diploma IFTS e ITS) e di gestione (Funzione Strumentale, Accreditamento regionale, Qualità).

Attualmente sono docente di Sistemi e Automazione nel triennio Tecnico Industriale di Meccanica, Meccatronica e Energia del I.I.S. “G. Vallauri” di Fossano all’interno del quale ricopro anche gli incarichi di Funzione Strumentale per l’Innovazione, di Responsabile per l’Accreditamento regionale per la Formazione Professionale e di progettista e coordinatore di corsi di Istruzione Tecnica Superiore.

Per approfondire:

Sistemi automazione e matematica

Un lavoro comune di Liuba e Antonio

“La gara delle derivate!”: la derivata e i diagrammi delle caratteristiche di sollecitazione in una trave inflessa per esplorare il legame tra il grafico di una funzione e quello della sua derivata prima.

Sono descritti i passaggi salienti di un’attività laboratoriale svolta in larga parte in compresenza.

L’attività laboratoriale in oggetto è stata proposta ad una classe quarta istituto tecnico ad indirizzo meccanica meccatronica.

Il periodo di svolgimento ha coinvolto il secondo quadrimestre, nel corso del quale sono state impiegate cinque lezioni di un’ora ciascuna.

Relativamente ad entrambe le discipline coinvolte, gli allievi dispongono dei principali prerequisiti necessari per affrontare proficuamente l’attività.

Per approfondire:

La gara delle derivate

Ballocco, Briatore & Manescotto

18 recommended
bookmark icon