Home » Community » Educare alla sessualità

Educare alla sessualità

Pubblicato il: 13/05/2010 17:47:27 - e


Un percorso pluridisciplinare di Educazione alla Sessualità fra le scuole superiori in rete di Thiene (VI) in collaborazione con il Consultorio Familiare dell’ASL che mette al centro l’adolescente per fargli acquisire un comportamento positivo e responsabile in ambito affettivo e sessuale.
Il contributo è stato presentato al convegno del 23 aprile “La scuola nuova nasce dal basso. Esperienze concrete di innovazione educativa”. In calce il video racconto di questa esperienza.
Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

DAI CONTRIBUTI SELEZIONATI PER IL CONVEGNO DEL 23 APRILE.

Il contributo che viene presentato dall’I.T.C.G. “A. Ceccato” di Thiene (VI) scaturisce da 20 anni di ricerca-azione nelle classi e dalla collaborazione del Consultorio Familiare dell’ASL per promuovere una corretta educazione alla sessualità per il cittadino adolescente. Al giovane, dopo un training in prima superiore finalizzato alla conoscenza di sé nel gruppo classe, viene proposta l’anno successivo l’educazione sessuale come materia trasversale. Alla dimensione temporale prevista in circa 18 ore concorrono, facendo interagire segmenti tratti dai curricoli tradizionali, le diverse discipline scolastiche, dalla letteratura alle lingue, dalle scienze al diritto, dalla religione alla matematica. La discussione e la riflessione che si realizzano all’interno del gruppo dei pari sono altrettanto significative nel contribuire alla maturazione di un comportamento sessuale responsabile. Infatti il progetto utilizza i saperi per far acquisire competenze personali di relazione e di cittadinanza matura.

Il docente coordinatore, nel suo nuovo ruolo di attivatore della classe, favorirà il percorso didattico dando molta importanza all’incontro con gli operatori del Consultorio Familiare dell’ASL, ginecologo e psicologo, che potranno essere un riferimento sicuro anche negli anni a seguire. Dal 1990, infatti, nel territorio di Thiene (VI) si realizza un’efficace sinergia fra le Scuole Superiori e l’Azienda Sanitaria, che mette a disposizione uno Spazio Adolescenti a cui i giovani possono liberamente e gratuitamente accedere.

Con il Corso di Formazione autorizzato dal Provveditorato agli Studi di Vicenza nel 1998, tutti gli istituti superiori della città si sono collegati in rete con il nostro istituto e hanno condiviso il pacchetto di questionari dal titolo “Sarò uomo – sarò donna” (best practice GOLD 2003) che spazia dalla positività ai problemi dell’adolescenza, dagli stereotipi alle pari opportunità, fino a trattare l’identità sessuata ed i dubbi circa il proprio orientamento sessuale. Dall’elaborazione dei dati si delinea uno spaccato che è utile sia per i circa 600 ragazzi coinvolti, sia per i genitori, sia per gli educatori che possono comparare l’evolversi del pensiero adolescente negli anni e le dinamiche sociali del territorio in cui essi vivono ed operano.

Per dare libero spazio alla creatività e al desiderio di approfondire le tematiche di particolare interesse legate alla sfera sessuale e relazionale, gli studenti hanno prodotto documenti didattici e svariati sketch che hanno permesso di realizzare il libro multimediale dal titolo “Giovani al Consultorio”. In esso, interpretando il ruolo degli operatori sanitari, hanno saputo mettere in scena storie di vita quotidiana legate alla sessualità, inserendo “parole chiave” per attivare un dibattito sia all’interno della classe di appartenenza che in un forum tra pari cui hanno partecipato gli studenti di altri Istituti. L’iniziativa ha ricevuto il riconoscimento della Comunità Europea “Netdays 2002”.

Nel corso degli anni gli insegnanti delle varie scuole hanno prodotto documenti originali e stimolanti che sono stati raccolti nel libro di Anna Verde e Lucilla Calgaro dal titolo “Educare alla sessualità in classe, Percorsi didattici per l’insegnamento curricolare nelle scuole superiori”, Edizioni del Cerro, Tirrenia (PI), 2006, nel quale è presentata con dovizia di particolari l’intera esperienza.

Nel 2010, infine, è stato realizzato il sito http://www.breaktime.it che raccoglie svariati materiali ideati e realizzati dagli studenti e permette un confronto e un feedback fra giovani e fra scuole a livello nazionale.

Per approfondire:
Buona pratica GOLD 2003 dal titolo: Sarò uomo – sarò donna

• Video su youtube dal titolo “La peer education come strategia per l’educazione sessuale
• Sito per adolescenti: http://www.breaktime.it

• Scuole Superiori in rete: ITCG “Ceccato” (scuola polo), Liceo “Corradini”, Liceo “S. Dorotea”, ITIS “Chilesotti”, IPSIA “Garbin”, CFP “Saugo”, ENGIM “S. Gaetano”, Engim “Tonezza”.

English abstract: A multidisciplinary approach of Sex Education within the network of Secondary Schools in Thiene (VI) is presented in cooperation with the local health unit’s family planning. This approach focuses on the teenager to make him/her acquire a positive and responsible behaviour in the affective and sexual environment.

Lucilla Calgaro e Anna Verde

7 recommended

Rispondi

0 notes
bookmark icon

Rispondi