Il numero 76

Pubblicato il: 25/05/2022 02:15:20 -


Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

Indice

Rita Bramante A proposito di schwa. Dibattito sull’italiano inclusivo 

Giancarlo Sacchi Una scuola che non boccia tra progressisti e conservatori

Aldo Domenico Ficara Storytelling didattico e come un robot può diventare sindaco

Fiorella Farinelli Dittatura della democrazia cognitiva

Antonello Marchese, Emilio Porcaro e Dalle 150 ore ad un sistema nazionale per gli apprendimenti in età adulta

Presentazioni

Rita Bramante affronta il problema dell’ inclusività dal punto di vista dell’uso della lingua e dei problemi che sorgono/ possono sorgere di fronte alla introduzione di modalità espressive, in questo caso l’utilizzo  del simbolo fonetico schwa,  riferito a persone di cui si vuole , rispettosamente, riconoscere a livello sociale identità, percezione di questa/e ed usi comunicativi. Attraverso una esemplificazione articolata in 10 punti e precisi riferimenti bibliografici fornisce spunti ed elementi di riflessione su questioni aperte a livello sociale,  culturale e politico

Giancarlo Sacchi pone la questione del “merito “nel dibattito sempre presente nella scuola italiana, a partire dal tema delle bocciature , dibattito tra rigore nell’apprendimento   delle discipline di insegnamento e visioni sociali  degli obiettivi educativi/ formativi dei  sistemi  scolastici. Traccia quindi una riflessione a partire dal testo della costituzione e, attraversando   i passaggi spesso contraddittori di provvedimenti e riforme, arriva a  porre il problema della qualità della formazione dei docenti, che oggi si ripresenta  con estrema  urgenza. 

L’articolo di Aldo Domenico Ficara evidenzia con esempi e riferimenti didattico pedagogici l’importanza della narrazione, il racconto infatti consente  fin dalla scuola materna di distinguere realtà , finzione, immaginazione fantasia ecc, Lo storytelling permette di creare storie, produrre tensione narrativa, comunicare ecc. mettendo in gioco molte  abilità/ competenze che possono essere coltivate  con vari strumenti e in varie discipline. lo studente diviene discente autonomo, acquisisce consapevolezza del proprio lavoro e può autovalutarsi. Il Digital Storytelling, la Narrazione realizzata con strumenti digitali (web, apps, etc)   consente di organizzare contenuti in un sistema coerente e  di produrre una narrazione in  vario formato (video, audio, immagini, testi e mappe).

Fiorella Farinelli  in un testo che va ben al di là di una intelligente recensione, presenta   un nuovo libro su scuola e  lavoro –  Testa Mano Cuore – scritto dal giornalista e analista politico inglese (David Goodhart 2022). Non troverete qui il consueto studio  sulle competenze per il lavoro e su come  i sistemi educativi dovrebbero meglio tener conto dei fabbisogni professionali , ma  una descrizione/analisi  basata su esperienze e osservazioni di quella che l’autore definisce  “dittatura” della meritocrazia cognitiva, che produrrebbe  nei lavoratori  senso di frustrazione, inadeguatezza e  emarginazione che  “sgretolano” società che già vivono equilibri problematici. Da qui pochi, ma significativi riferimenti al  nostro sistema formativo. 

Antonello Marchese e Emilio Porcaro presentano, dopo due anni di sospensione, Feridia ( Perugia , 1-2 aprile 2022)  la più grande manifestazione culturale dei CPIA, tornata finalmente in presenza. Nei vari incontri e confronti  il convegno si è ancora proposto  come punto di riferimento  per tutti gli operatori dell’Istruzione degli adulti: analisi delle sperimentazioni didattiche, ricerche sul tema,  idee che animano il lavoro sul campo tra passato e futuro, questi i contenuti di un lavoro che testimonia sempre l’importanza dell’Educazione degli adulti nel nostro paese, ma mette anche in evidenza  difficoltà vecchie e nuove e quindi l’urgenza di una ridefinizione complessiva di questo fondamentale   elemento della cultura   formativa del nostro Paese.

3 recommended
0 notes
118 views
bookmark icon

Rispondi