Home » Tecnologie e ambienti di apprendimento » RomeCup 2018: da ROB&IDE a Pinocchio 2.0 e la storia continua - di Carlo Nati

RomeCup 2018: da ROB&IDE a Pinocchio 2.0 e la storia continua – di Carlo Nati

Pubblicato il: 18/04/2018 16:10:06 -


Progetti di robotica educativa.
Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

Il progetto Rob&Ide ha avuto inizio nell’a.s  scolastico 2005-2006 e rappresenta un pionieristico esempio applicativo di idee e percorsi condivisi tra le due scuole aventi  precedenti esperienze di robotica educativa, distanti geograficamente, una nel Lazio e l’altra in Lombardia, e diverse per ordine scolastico, da un lato la scuola dell’infanzia e dall’altra un IIS ITIS Meccatronica.

Nel tempo i due docenti, Linda Giannini e Donato Mazzei, ne hanno divulgato i risultati presentandolo in diverse occasioni (ABCD, Congresso Sie-L, convegno GARR, Didamatica, EXPO e.Learning, OPEN NETWORK for NEW SCIENCE, Raccontare i Robot, TED, …).

In particolare questo progetto rappresenta una costante presenza nelle iniziative della Fondazione Mondo Digitale, sin dalla prima RomeCup, maggio 2007.

 

RomeCup 1^ edizione, sala del Campidoglio
Emanuele Micheli, Salvatore Terranova, Maurizio Capobianchi, Donato Mazzei, Linda Giannini, Romano Santoro, Silvia Celani, Laura Emmi e suo marito

All’inizio Rob&Ide riguardava l’immaginazione e la realizzazione di un robot umanoide (braccio meccanico, testa e disegno del corpo) grazie alla creatività di grandi e piccini, oltre alle poche risorse tecnologiche disponibili nelle due scuole.

2007: Syria D’urso e Syria Rosignuolo scuola infanzia IC don Milani
interagiscono con il robot di Donato Mazzei

 

Nel tempo lo sviluppo delle tecnologie robotiche, della rete e dei social, ha creato una ulteriore spinta alla condivisione rendendo maggiormente realizzabili e fruibili le esperienze con le ICT sino a giungere al progetto Pinocchio 2.0 anche mediante Arduino, Bee Bot, Cubetto, Lego robotica, SapientinoDoc, sensori, dispostivi IOT (Internet of Things) che sono oramai comunemente utilizzati o accessibili in diverse istituzioni scolastiche.

In questa edizione di RomeCup 2018 (*), nella splendida cornice espositiva del Campus Biomedico di Roma, il prof. Donato Mazzei dell’IIS ITIS Meccatronica ”Archimede Treviglio (BG), di concerto con l’ins. Linda Giannini, presenterà esempi di controllo di una  mano robotica, di un braccio robotico e robot mobile Lego EV3 che potranno essere programmati tramite Arduino da bambine/i, genitori e docenti della scuola dell’infanzia e primaria dell’IC don Milani di Latina ed a quanti verranno a visitare il nostro spazio espositivo e potranno accedere a vari linguaggi (C++, SCRATCH, Linguaggio grafico per NXT EV3 derivato dal linguaggio LABview) attraverso simboli iconici e grafici.  

i robot di Donato Mazzei per la RomeCup 2018

 

Lo scopo è quello di proseguire un progetto di divulgazione robotica ultradecennale, coinvolgendo ancora una volta in forma divertente, ludica e creativa alunne/i della scuola dell’Infanzia e della scuola primaria che saranno i protagonisti e gli “abitanti“ del prossimo Futuro della quarta rivoluzione industriale.

Video: 

Pinocchio 2.0 ed il robot antropomorfo rif. prof. Donato Mazzei dell’ITIS meccatronica dell’IIS Archimede

Il robot di Laura Alfano (anni 6) dell’ IC don Milani di Latina il quale, mediante Arduino, saluta maestre e bambine/i

Note:

(*) La RomeCup, eccellenza nella robotica,  è una manifestazione ideata, promossa e organizzata dalla Fondazione Mondo Digitale ed è giunta alla dodicesima edizione

Carlo Nati

62 recommended
1911 views
bookmark icon