Home » Racconti ed esperienze » WELL BACK CINEFORUM / 1. Inchiesta sui Cineforum scolastici

WELL BACK CINEFORUM / 1. Inchiesta sui Cineforum scolastici

Pubblicato il: 13/06/2016 10:08:08 -


Intervista a Sergio Amurri e Roberto Berlinghieri del Liceo Statale "XXV Aprile" di Portogruaro
image_pdfimage_print

D.
Quando inizia l’attività di Cineforum nel Liceo XXV Aprile di Portogruaro?

R. Nel 1994. Docenti referenti del progetto sono Sergio Amurri e Michele Gottardi.

D.
Vi è stato un periodo in cui non si organizzava alcuna attività di cineforum?

R. Dal 1976 al 1994, mai. Dal 1994 al 2016, sempre, tranne che nel 2008, per divergenze nella formulazione del progetto tra la Presidenza e l’organizzatore, il prof Amurri.

D. In passato quali docenti lo hanno curato?

R. Sergio Amurri, Michele Gottardi, Roberto Berlinghieri, Girolama Gambino, Maria Luisa Venturin, Stefano Martignon.

D. I cicli e i film che hanno avuto più seguito?

R. I film con maggior numero di spettatori sono stati i seguenti: Ultrà di R. Tognazzi, Il sorpasso di D. Risi, La dolce vita di F. Fellini, Luci della città di Ch. Chaplin. Quest’ultimo film ha rappresentato un picco storico, con circa 120 presenti nell’atrio del plesso Nievo “B”. Il minimo storico, invece, è riconosciuto nella proiezione di uno dei capolavori di Billy Wilder, L’appartamento, al quale fu presente un unico spettatore. Cicli di maggior successo: “Il cuore e la mente”, dedicato a Charlie Chaplin; “Intrepido il suo nome”, dedicato a Pier Paolo Pasolini; “Mostri sacri all’italiana”, dedicato alla Commedia all’Italiana; “Estetica Passione”, dedicato al tema cinematografico della Bellezza.

D. Ci sono studenti che grazie al Cineforum hanno poi, dopo il Liceo, dedicato gli studi al cinema?

R. Senz’altro, anche se si tratta di percentuali piuttosto ridotte.

D. Come è strutturato il vostro Cineforum?

R. Gli argomenti del Cineforum sono il frutto di ponderate scelte, sia tematiche sia autoriali sia attoriali. Negli ultimi anni, il Cineforum è stato dedicato alla proiezione integrale del film; in passato si è sperimentata la proiezione, l’analisi e il commento da parte del docente di brevi sequenze, frammenti di diverse opere cinematografiche, ai quali seguiva la discussione. Da diversi anni, tuttavia, la struttura adottata è la seguente: 1 – Introduzione al film – 2 – Proiezione integrale – 3 – Commento – 4 – Dibattito a porte rigorosamente “chiuse” (cfr L. Salce, Il secondo tragico Fantozzi, 1976).

D. Accanto all’attività di visione e commento, affiancate anche una fase di scrittura critica cinematografica?

R. Per carità! Da evitare l’effetto-classe, fondamentale per determinare il classico “calo del desiderio” da parte dei fruitori.

D. È un corso per il quale gli studenti possono ottenere dei crediti?

R. Sì. La partecipazione almeno all’85% degli incontri del Cineforum è certificata ai fini del credito Scolastico.

D. C’è un Cineforum per le famiglie e gli spettatori del territorio?

R. Diversi tentativi di ampliare l’offerta, sia dal punto di vista orario sia per quel che concerne il target, sono abortiti nel tempo, a causa della risposta piuttosto debole da parte delle istituzioni e dello stesso pubblico portogruarese, tradizionalmente tiepido. Negli ultimi anni, tuttavia, il Cineforum del Liceo “XXV Aprile” si è aperto, con un discreto successo, anche alle altre scuole, a tutto il territorio e a un pubblico intergenerazionale non solo scolastico.

Per approfondire:

La pagina web del Cineforum del Liceo Statale “XXV Aprile” di Portogruaro

Eusebio Ciccotti

9 recommended
bookmark icon