Tecnologie e ambienti di apprendimento

Il rapporto tra le tecnologie, le forme di apprendimento e le modalità di organizzazione delle conoscenza, la riconfigurazione e il potenziamento degli ambienti di apprendimento, gli strumenti per stimolare la progettualità degli studenti.

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Leggere, fare, toccare e-book

Leggere, fare, toccare e-book

Tecnologie e ambienti di apprendimento

di Raffaella Bilotta | del 21/01/2013 | 5

L’idea di progettare e realizzare e-book multimediali in contesti scolastici nasce dal fatto che le tecnologie digitali, se progettate e utilizzate secondo particolari criteri, possono apportare un valore aggiunto alla qualità dell’insegnamento da un lato e dell’apprendimento dall’altro lato. Il concetto di “e-book” in tale scenario, non vuole fare riferimento al dibattito nazionale in tema di ado continua..

Quattro date che hanno sconvolto il mondo

Quattro date che hanno sconvolto il mondo

Tecnologie e ambienti di apprendimento

di Arturo Marcello Allega | del 03/01/2013 | 5

Rassicuro i lettori che non sto parlando del 21 dicembre 2012! Lascio ai superstiziosi credere nelle predizioni non scientifiche, magari ragionevoli nel locale, storicamente determinato, contesto culturale dei Maya ma, comunque, non scientifiche. Vorrei proporre una sintetica riflessione per il 2013. Le date alle quali mi riferisco sono le seguenti (ricordo che per istruito si intende chi ha compl continua..

Registro elettronico: dalla natura delle reti alla loro violenza

Registro elettronico: dalla natura delle reti alla loro violenza

Tecnologie e ambienti di apprendimento

di Arturo Marcello Allega | del 08/11/2012 | 6

Quando pensiamo al registro elettronico si scatenano le seguenti parole calde, caldissime: “controllo”, “marketing”, “valutazione”, “valutazione di processo”, dematerializzazione dello studente”, “libertà”, “responsabilità”, “dematerializzazione della scuola”, “tracking”, “decisioni strutturate”; e così frasi come “L’istruzione NON è un processo di business e NON può quindi essere sottoposta alla continua..

Ancora (!?) sui nativi digitali

Ancora (!?) sui nativi digitali

Tecnologie e ambienti di apprendimento

di Franco De Anna | del 14/12/2012 | 5

Ho seguito con attenzione i numerosi contributi che sul tema si sono susseguiti su queste pagine (in particolare, i preziosi interventi di Allega).Condividendo in gran parte le numerosissime osservazioni e spunti in essi contenuti, non vi torno nello specifico, se non per sottolinearne la dimensione giustamente “problematica” che ogni buon osservatore ha sottolineato nei suoi contributi (dalle not continua..

I “clickers” in classe

I “clickers” in classe

Tecnologie e ambienti di apprendimento

di Giovanni Bonaiuti | del 05/11/2012 | 2

ABSTRACT:Il contributo presenta le opportunità offerte dai “risponditori” quali strumenti per lo sviluppo di una didattica interattiva all’interno di modelli di dialogo investigativo. Il punto centrale di questo approccio, al di là delle opportunità che la tecnologia riesce a concretizzare, è rappresentato dall’importanza pedagogica del porre quesiti capaci di sviluppare processi di riflessione e continua..

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Gli Speciali

In un unico file il meglio di education 2.0 da scaricare.

pdf

Scarica le raccolte dei nostri articoli piu belli, i commenti piu interessanti, i contributi della community, i saggi.

Testata registrata presso il Tribunale di Milano, registrazione n. 262 del 3 giugno 2009. Copyright 2016 © Rizzoli Libri S.p.A. Sede Legale via Bianca di Savoia, 12 - 20122 Milano - Capitale Sociale € 42.405.000 - Registro Imprese e Codice Fiscale / Partita IVA n. 05877160159 - R.E.A. 1045223 - Soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. | | Per la pubblicità su Education 2.0 scrivi a redazione@educationduepuntozero.it - Gruppo Mondadori | Cookie policy e privacy