Home » Community » Progettare un percorso educativo

Progettare un percorso educativo

Pubblicato il: 05/05/2011 15:38:52 -


Nella progettazione di un qualunque percorso educativo è indispensabile procedere preventivamente all’analisi dei bisogni, delle risorse, dei destinatari e delle modalità di intervento.
Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

Il primo passo riguarda la rilevazione del problema come presa di coscienza della tematica da trattare, che può riguardare un’attività strettamente collegata al contesto scolastico, oppure un ampliamento dell’offerta formativa in relazione a proposte di enti esterni alla scuola. Si passa quindi alla stesura del progetto, che deve comprendere gli obiettivi, le fasi di lavoro, le metodologie, le eventuali risorse economiche a disposizione, i risultati attesi e la valutazione finale. Il progetto, come tale, deve poter essere condiviso dai componenti dell’istituzione scolastica (dirigente, insegnanti) e quindi inserito nel POF (piano dell’offerta formativa). In questa fase si organizza un tavolo di lavoro comune, si definisce il progetto nei suoi dettagli per poi passare alla dimensione organizzativa, individuando i ruoli e le funzioni delle figure professionali interessate. Se il progetto si collega a enti esterni sarà necessario far conoscere le proposte attraverso incontri da calendario e diffondere opuscoli informativi o depliant che serviranno a sensibilizzare e interessare l’opinione pubblica del territorio. La rilevazione del livello di coinvolgimento delle persone interessate potrà essere fatta mediante questionari indirizzati agli alunni, docenti e genitori; i dati raccolti saranno utili per monitorare la partecipazione al percorso educativo programmato. Nel corso della fase operativa gli incontri con i referenti, il dirigente scolastico, i rappresentanti di classe serviranno per la verifica e la valutazione “in itinere” dell’efficacia delle attività in corso di svolgimento. Il momento conclusivo consiste nel raccogliere tutti i dati a disposizione (questionari iniziali e finali) per una valutazione quantitativa globale della validità del percorso educativo, della metodologia e degli strumenti adottati. La valutazione qualitativa riguarda invece il monitoraggio del percorso educativo intrapreso: essa consente alle figure professionali di riferimento di confrontarsi e scambiarsi informazioni utili per il coordinamento progettuale.

Laura Alberico

5 recommended

Rispondi

0 notes
243 views
bookmark icon

Rispondi