Home » Community » C’è speranza se questo accade a... Soave!

C’è speranza se questo accade a… Soave!

Pubblicato il: 18/07/2011 15:47:00 -


A Soave, in ottobre: il primo incontro della rete “C’è speranza se questo accade a...”. La rete nasce dal bisogno di creare un punto di incontro, di condivisione, di reciproca conoscenza e di scambio delle molte esperienze di cooperazione educativa che continuano – nonostante tutto, verrebbe da dire, a volte – a essere presenti in Italia.
Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

Nell’aprile 2011 un piccolo gruppo di persone si è informalmente riunito a Verona. Poi, il mese successivo, durante la festa per il libro “Mario Lodi maestro” (Giunti Editore, a cura di Carla Ida Salviati), che si è tenuta alla Casa delle Arti e del Gioco di Drizzona (CR), abbiamo dichiarato la volontà di conoscere e conoscerci, di parlare e parlarci, di incontrarci e far incontrare esperienze e buone pratiche di azione educativa, per costruire insieme, insegnanti e genitori, la scuola della democrazia e della Costituzione. Un’altra scuola. Una scuola possibile.

Il primo incontro della rete si terrà domenica 2 ottobre a Soave, in provincia di Verona, presso lo spazio culturale laFogliaeilVento, che ci ospiterà nella sua sede del Museo del Gioco.

Questo il programma della giornata.

I lavori avranno inizio alle 9.30 con l’accoglienza dei partecipanti e delle partecipanti e il saluto dello spazio culturale laFogliaeilVento. Poi, seguiranno una serie di interventi di persone e gruppi che porteranno la loro esperienza. Inizierà Roberta Scalone, maestra elementare della scuola Giovanni XXIII di Padova (meglio conosciuta da quelle parti come “la scuola di via Anelli”), che ci racconterà il suo lavoro negli ultimi due anni che si è incentrato sull’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione attraverso il teatro. Continueranno Elia Zardo e Enrica Buccarella, che presenteranno la storia e le attività dell’associazione La scuola del fare di Castelfranco Veneto. Quindi Anna Malgarise e Arianna Vecchini, rappresentanti di un attivissimo gruppo di genitori dell’Istituto Comprensivo 12 di Verona, che ci racconteranno come e quanto si sono incontrati. Valentina Picelli, che arriva da Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, presenterà lo Spazio Bradipo e il gruppo di genitori M’Importa. Maria Luisa Lissoni, psicoterapeuta, racconterà l’esperienza La scatola azzurra, realizzata con le insegnanti della scuola dell’infanzia della provincia di Verona.

Dopo il pranzo, che sarà comunque un ulteriore momento, gioviale e conviviale, di incontro e di relazione, sono previsti altri due racconti di esperienze. Guido Ostanel, della casa editrice Becco Giallo di Padova, presenterà il lavoro particolarissimo compiuto da un gruppo di giovani che si sono messi insieme per produrre fumetti di impegno civile. Luigi Monti, direttore della rivista Gli Asini e operatore presso il centro Mammut di Scampìa, racconterà pratiche, modi, strumenti, visioni e intuizioni dell’intervento pedagogico.

Infine, a conclusione della giornata, discuteremo insieme forme e strumenti di organizzazione della rete C’è speranza se questo accade a… Il termine dei lavori è previsto per le 16.30.

Per esigenze di organizzazione, è necessaria una iscrizione preventiva, inviando i propri dati (nome e cognome; telefono; email) a carloridolfi@yahoo.it.

Carlo Ridolfi

15 recommended

Rispondi

0 notes
477 views
bookmark icon

Rispondi